ScandicciToday

Scandicci, mense meno care per le famiglie in difficoltà economiche

Una nuova riorganizzazione basata sulle dichiarazioni Isee e che ha trovato il plauso dell'Associazione Nazionale Famiglie Numerose

Giù i costi delle mense scolastiche per le famiglie con basso reddito e nuclei numerosi. Le agevolazioni economiche sono tra 0,25 e 0,85 centesimi di euro a pasto per la famiglie sotto i 21 mila euro di reddito Isee e per le famiglie numerose con un reddito inferiore ai 32.500. Sono queste le novità per l'anno scolastico 2014-2015 che potranno aiutare le famiglie in questi momenti di crisi economica.

“Dal prossimo anno abbiamo una maggiore progressività e quindi un sistema più equo di pagamento del servizio mensa – dice il Sindaco Sandro Fallani – oltre ad un aiuto concreto alle famiglie con figli che pranzano a mensa ed hanno redditi più bassi. Grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione nazionale Famiglie Numerose, inoltre, siamo riusciti ad organizzare un sistema progressivo di agevolazioni per chi ha più figli. E’ una riorganizzazione che richiede un impegno sempre maggiore del Comune per andare incontro alle esigenze dei cittadini, anche se l’aggravio sui contribuenti sarà impercettibile. Abbiamo riorganizzato il sistema delle tariffe mensa prima delle ferie d’agosto, per dare una comunicazione tempestiva a chi ha figli iscritti al servizio”.

Grazie a questa riorganizzazione le famiglie di circa 1000 studenti pagheranno di meno.

Secondo la nuova segmentazione delle tariffe in base al reddito, Chi ha un Isee da 0 a 5 mila euro pagherà 1 euro a pasto, 0.85 euro rispetto all'anno scorso. Per chi invece ha un Isee da 5001 a 9500 euro pagherà 2,50 a pasto circa 0,65 euro meno. Da 9501 a 14 mila euro, la quota mensa sarà 3,60 euro mentre per un Isee da 14.001 euro a 21.000, 4 euro a pasto.

Sostanzialmente nessuno aumento per la fascia Isee 21000 mila-25mila euro. Il ritocco sarà di 0,15 euro per la fascia tra 25 mila e 32.500 euro, e di 0,20 euro per chi è sopra i 32.500.

La novità della nuova segmentazione riguarda il fatto che prima esisteva un'unica fascia tra 9.500 e 32.500 mentre adesso ne esistono 4.

Un'altra decisione riguarda chi rientra nella fascia Isee 9.500-32.500 euro, il pasto del secondo figlio costerà 0,20 euro in meno.

Per le famiglie numerose sotto i 32.500 euro l’abbattimento del 20%  è fissato per il pasto di alunni e studenti di nuclei con tre figli, quello del 40% per chi ha nuclei con 4 figli, del 50% per chi ha famiglie con 5 figli.

L’Associazione nazionale Famiglie Numerose ha ringraziato ufficialmente l’Amministrazione Comunale per le novità introdotte. 

Ogni anni l'amministrazione comunale garantisce ogni anno una media di 477mila pasti e gli iscritti al servizio sono 3.380. Il costo complessivo a pasto è di 4,80 euro per un totale di 2.290.000 euro. Gli utenti intervengono per 1.780.000 euro complessivi, mentre il Comune compartecipa con 510 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

  • La terza e ultima stagione de I Medici: tutte le informazioni

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

  • Meteo, arriva il primo freddo: le previsioni della settimana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento