ScandicciToday

Scandicci, la Fiera invasa da insetti: il Comune corre ai ripari

In molti sono stati punti da "formiche alate". L'amministrazione si sta già muovendo insieme a Quadrifoglio per trovare una soluzione

Una delle persone pinzate posta una foto su Sei di Scandicci se...

Ieri sono stati gli ospiti più ingombranti, ma meno attesi, del Fierone: una moltitudine di insetti che ha “pizzicato” le persone che stavano passeggiando nella giornata clou della manifestazione scandiccese. In tanti insieme ai brigidini hanno portato a casa qualche “pinzatura” e una buona dose di prurito. Il tutto causato da uno sciame di animali, all’apparenza formichine alate, che ha dato l’assalto ai visitatori tra stand e banchi del mercato. 

In verità il fenomeno non  si è verificato solo a Scandicci: segnalazioni sono arrivate anche dall’Isolotto, Ponte a Greve e alcuni angoli del Quartiere4 di Firenze. Il Comune ha voluto far sapere che le punture di questi insetti, sebbene ci sia già chi ha affollato le farmacie, seppur fastidiose non sono pericolose. 

L’ufficio ambiente del Comune insieme a Quadrifoglio hanno raccolto dei campioni che ora verranno portati alla Specola per essere analizzati. In modo da capire in modo preciso di che tipo di animale si tratti e poter provvedere a eventuali disinfestazioni.  

Potrebbe interessarti

  • Pitti Uomo: gli eventi in città

  • River Urban Beach: la spiaggia estiva sull'Arno

  • L'hamburger d'oro, il nuovo panino all'Hard Rock Cafe

  • Calcio Storico, tutti gli eventi in città

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Calcio storico 2019, seconda semifinale: i Bianchi vincono contro gli Azzurri ai 'supplementari' / FOTO

  • Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

  • Brutta avventura per un fiorentino in vacanza: in fin di vita per un malore in mare

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento