ScandicciToday

Ordinanza anti zanzare: trattamenti nelle caditoie ed evitare ristagni

Le caditoie interessate da questi trattamenti sono circa 8000. Tra le disposizioni ci sono anche i divieti di lasciare ristagni nei sottovasi

Arriva la bella stagione ed assieme arrivano anche le zanzare. Il comune di Scandicci ha emesso un'ordinanza anti zanzare e ha disposto trattamenti nelle caditoie per evitare ristagni. Nell'ordinanza comunale è previsto di evitare i ristagni d'acqua nei balconi, nei terrazzi e nei giardini di proprietà ed il trattamento nei tombini, nelle caditoie private con prodotti antivirali.

L'ordinanza ha lo scopo di evitare il diffondersi della zanzare tigre sul territorio e rimarrà in vigore fino al prossimo 31 ottobre. I trattamenti nei tombini privati integrano il piano comunale, attuato principalmente da Quadrifoglio spa con interventi nelle oltre 8000 caditoie pubbliche. Tra le disposizioni dell’ordinanza rivolta ai privati anche quelle di evitare il ristagno d’acqua in vasi e sottovasi; ai conduttori di attività agricole si ordina inoltre di coprire i contenitori d’acqua per l’irrigazione e di trattarli periodicamente con prodotti antilarvali, e ai gestori di depositi esterni di copertoni di impedirvi la formazione di depositi d’acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus, mistero sulla comitiva "fantasma" rientrata a Firenze dalla Cina

Torna su
FirenzeToday è in caricamento